Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli  

Associazione Sindacale dei Titolari di Farmacia della Provincia di Napoli




FEDERFARMA NAPOLI

Nuova Pagina

REGOLAMENTO ALLO STATUTO

(ai sensi dell’art. 32 dello Statuto)

Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 27 settembre 2018

Art. 1

L'adesione all'Associazione implica l'accettazione totale e incondizionata delle norme dello Statuto e del presente Regolamento.

Art. 2

Nel caso di farmacie di nuova istituzione e di variazioni nella titolarità delle farmacie già associate, il Presidente, in attesa della regolare approvazione da parte del Consiglio delle rispettive domande di adesione, ha facoltà di ammettere i nuovi titolari a fruire dei servizi sociali e dell'assistenza dell'Associazione, previo pagamento della quota d’iscrizione.

Avvenuta l’accettazione della domanda da parte del Consiglio, il Titolare diventerà associato solo dopo aver autorizzato l’ASL di competenza, per le singole sedi farmaceutiche, al versamento in favore della Federfarma Napoli delle quote associative sindacali.

Art. 3

La dichiarazione di recesso o dimissioni da parte dell’associato deve essere comunicata al Presidente dell’Associazione a mezzo PEC entro il 30 settembre, come da Statuto. L’associato dimissionario è tenuto in ogni caso al pagamento della quota associativa per l'intero anno in corso.

La decadenza per morosità nei confronti dell’Associazione e/o anche delle società partecipate e associate ad essa, fermo restando ogni azione di rivalsa, viene dichiarata dal Consiglio Direttivo, dopo che l’associato moroso sarà stato inutilmente invitato, tramite lettera PEC, a regolarizzare i versamenti dovuti, entro un termine di quindici giorni. I provvedimenti disciplinari, deliberati dal Consiglio, devono essere comunicati tramite PEC agli interessati i quali entro 20 (venti) giorni potranno presentare ricorso al Collegio dei Probiviri.

Art. 4

Salvo che l'Assemblea designi uno dei presenti, di regola il Segretario del Consiglio Direttivo provvede alla redazione del Verbale che può anche essere redatto da un Notaio convocato espressamente dal Presidente. All'Assemblea possono partecipare, su invito del Presidente, esperti e consulenti sugli specifici argomenti all'O.d.G.

Art. 5

Le elezioni per il rinnovo degli organi sociali si svolgono, con apposita Assemblea Elettiva, da tenersi non oltre il mese di maggio di ogni triennio, su convocazione del Presidente dell'Associazione o di chi ne fa le veci secondo le formalità previste dall’art. 12 e 13 dello Statuto.

Nella medesima convocazione è indicato il luogo, le giornate e gli orari di votazione. L’assemblea Elettorale si protrarrà per almeno due giorni di cui almeno uno festivo. La convocazione deve essere inviata mediante Pec o altro mezzo elettronico idoneo almeno venti giorni prima.

L'Assemblea elettiva può essere eccezionalmente anticipata, prima della scadenza del triennio, soltanto in casi di particolare gravità o per carenza funzionale del Consiglio Direttivo, su decisione del Consiglio medesimo.

In caso di dimissioni anticipate del Consiglio direttivo, le elezioni per il rinnovo dello stesso dovranno tenersi su convocazione del Presidente o di chi ne fa le veci entro 60 (sessanta) giorni dalle dimissioni e comunque non potranno svolgersi nel mese di agosto. Per quanto non previsto dal presente Regolamento riguardo l’Assemblea elettiva valgono le disposizioni previste dallo Statuto.

Art. 6

I candidati alle elezioni degli Organi sociali dovranno inviare al Presidente dell’Associazione, a mezzo PEC, entro e non oltre le ore 24.00 del decimo giorno precedente le votazioni, una dichiarazione autografa specificando la carica sociale per la quale viene presentata la candidatura. Potranno essere votati negli Organi sociali esclusivamente i candidati in possesso dei requisiti previsti dallo Statuto all’ art. 9 comma 3 che avranno presentato la propria candidatura. L’elenco dei candidati eleggibili sarà comunicato agli associati.

Gli associati possono porre la loro candidatura singolarmente o in liste rappresentative dell’intera provincia, contraddistinte da una lettera o da un numero progressivo. I voti a favore di associati non candidati sono nulli.

 

Art. 7

L’elezione del Consiglio Direttivo, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri viene fatta di persona dagli associati in regola con l’iscrizione, con votazione segreta presso la sede indicata nella convocazione elettorale.

Nelle Assemblee elettorali è esclusa la possibilità di conferire delega ad altro associato.

Ogni associato alla Federfarma Napoli esprime un singolo voto per singola sede farmaceutica.

Il Titolare di ditta individuale esercita il diritto di voto di persona o, qualora impossibilitato per gravi motivi di salute idoneamente documentati, facendosi rappresentare dal Direttore tecnico o da un proprio congiunto farmacista iscritto all’albo.

Le società titolari o gestrici di Farmacia esercitano il diritto di voto attraverso un socio purché Farmacista iscritto all’albo.

Le società esclusivamente di Capitale esercitano il diritto di voto attraverso il Direttore Responsabile di ogni singola Farmacia di cui al comma 3 dell’art. 7 della legge 8 novembre 1991, n.362 e successive modificazioni.

Il rappresentante incaricato al voto deve presentare al Presidente del seggio elettorale opportuna documentazione scritta, da mettere agli atti, della quale si evinca la volontà dei soci o gestori di delegarlo al voto in nome e per conto della società.

Art. 8

All'inizio dei lavori dell'Assemblea Elettiva, il Presidente indicherà le modalità di svolgimento delle elezioni e sceglierà fra i presenti al momento dell’apertura dell’Assemblea, tre associati, fra i più anziani ed i più giovani, affidando a due di essi il compito di scrutatore ed al terzo quello di segretario. I componenti del Seggio Elettorale redigeranno e sottoscriveranno uno specifico verbale.

Delle riunioni del Seggio dovranno essere redatti i relativi verbali che i singoli componenti i seggi, di volta in volta, sottoscriveranno in calce. Ad operazioni elettorali ultimate, il Presidente del seggio proclama gli eletti; le schede di votazione valide dovranno venire immediatamente bruciate alla presenza degli scrutatori, mentre le schede non valide e contestate saranno raccolte in un plico sigillato e firmato dagli scrutatori e conservate.

Art. 9

Avvenuta la proclamazione dei nuovi componenti eletti del Consiglio Direttivo, il Consigliere più anziano per età ha facoltà di convocare subito senza alcun preavviso e sempreché siano tutti presenti, i colleghi neo-eletti per procedere al conferimento delle cariche sociali. Comunque il Consiglio Direttivo neo eletto dovrà essere convocato dal Consigliere più anziano per età, per l’attribuzione delle cariche sociali, entro e non oltre tre giorni lavorativi dalla proclamazione degli eletti.

 

Art. 10

Il Presidente, entro le prime tre riunioni di consiglio, sentito il Consiglio Direttivo, attribuirà a ciascun consigliere e/o associato all’uopo delegato compiti specifici riguardanti i rapporti con le singole ASL, nonché per i compiti previsti dallo Statuto vigente, in modo che ciascuno di essi sarà responsabile della delega a lui assegnata.

Art. 11

In linea con quanto previsto dagli art. 20 -21 e 22 dello Statuto di Federfarma Napoli anche le nomine dei componenti dei cda delle società partecipate da Federfarma Napoli non possono essere riconfermate in testa agli stessi soggetti per più di tre mandati consecutivi.

Art. 12

Per quanto non previsto dal presente regolamento si fa riferimento alle norme del codice deontologico ed alle norme di legge regolanti la materia.